Sempre più aziende nei diversi settori industriali stanno tentando di passare a soluzioni a bassa portata. Specie nell’industria chimica e nel mercato alimentare e farmaceutico, la tendenza è di concentrarsi sulla produzione continua, sulla riduzione degli scarti e dei tempi di inattività per garantire una maggiore flessibilità della propria produzione. In questi settori, la disponibilità di misuratori di portata per i liquidi idonei a linee da 1” o superiori è grandissima, ma è molto più difficile trovare soluzioni per linee di dimensioni più ridotte.

Ma è possibile utilizzare un misuratore a ultrasuoni per portate inferiori a 1500 ml/min o anche a 200 ml/min?

Data la complessità fisica e tecnologica, non ci sono molti principi di misurazione in questa particolare area di flusso, specie con la tecnologia a ultrasuoni. Pertanto, la sfida maggiore era di trovare una soluzione che permettesse di utilizzare gli ultrasuoni in tubi di diametro estremamente piccolo. Grazie alla stretta collaborazione con TNO (organizzazione olandese per la ricerca scientifica applicata), Bronkhorst è riuscita a sviluppare uno strumento innovativo utilizzando la tecnologia a ultrasuoni. Questa tecnologia è applicata alla nuova serie ES-FLOW™ (scarica il datasheet) per la misurazione delle portate volumiche di liquidi comprese tra 4 e 1500 ml/min, indipendentemente dalla densità, temperatura e viscosità del liquido, con una precisione pari all’1% dell’intervallo ± 1 ml/min.

Come funziona la tecnologia a ultrasuoni?

La misurazione viene eseguita in un tubo lineare in acciaio inox con diametro interno pari a 1,3 mm, privo di ostruzioni o spazi morti. Sulla superficie esterna del tubo a sensori sono collocati dei dischi con trasduttori multipli che generano gli ultrasuoni mediante oscillazione radiale. Ciascun trasduttore è in grado di inviare e ricevere, e quindi di registrare e processare tutte le combinazioni a monte e a valle. La velocità del flusso e del suono sono calcolati grazie a una misurazione accurata della differenza di tempo tra le registrazioni (intervallo in nanosecondi). Una volta che questi parametri e l’esatta sezione trasversale del tubo saranno noti, ES-FLOW™ sarà in grado di misurare le portate volumiche dei liquidi. Il carattere distintivo di questo misuratore è la capacità di misurare l’effettiva velocità del suono, il che rende la tecnologia indipendente dal liquido e la calibrazione per fluido non necessaria. Inoltre, la velocità del suono può essere utilizzata come indicatore del tipo di fluido presente all’interno del flussometro.

 

  Quattro motivi per utilizzare il misuratore a ultrasuoni ES-FLOW™:

  • Un sensore per diversi liquidi Molte aziende hanno a che fare con condizioni di processo variabili e utilizzando liquidi differenti, come additivi o solventi. Data l’indipendenza dal fluido tipica della tecnologia di ES-FLOW™, non è necessaria alcuna ricalibrazione in caso di variazione del liquido. Il dispositivo consente di misurare anche liquidi non conduttivi, come l’acqua demineralizzata.
  • Facile da pulire e rischio di intasamento ridotto I processi di pulizia richiedono spesso molto tempo. Grazie al design lineare del tubo con sensori e all’assenza di volumi morti, il particolato ha pochissime possibilità di intasare lo strumento. La pulizia può essere eseguita in pochi minuti, il che riduce sensibilmente i tempi di inattività.
  • Vibrazione insensibile La misurazione a ultrasuoni non è sensibili alle vibrazioni e non si basa su frequenze o rotazioni. Anche la tipologia di flusso (laminare o turbolento) è irrilevante.
  • Regolatore PID integrato e risposta rapida Il regolatore PID integrato può essere usato per azionare una valvola di controllo o una pompa, consentendo all’utente di stabilire un circuito di controllo completo e compatto con tempi di risposta rapidi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here