L’ industria chimica europea europea vive un periodo di stagnazione: la sua competitività è minata da fattori quali gli alti costi dell’energia e delle materie prime, i costi associati alle regolamentazioni UE, raddoppiati negli ultimi dieci anni fino a toccare 10 miliardi di euro, più di tutti gli investimenti in R&D (9,1 miliardi).

Per crescere e rimettersi al passo con Stati Uniti e Cina l’Europa deve puntare sull’ innovazione: “il vecchio continente deve aumentare la sua attrattività come luogo dove investire in ricerca e in produzione di sostanze e prodotti chimici innovativi e ad alto valore aggiunto” ha affermato Marco Mensik, Direttore Generale Cefic. La chimica europea può trarre vantaggi anche dalla diversificazione produttiva, eredità di una lunga storia industriale, che le consente di avere ancora oggi un surplus commerciale in alcuni segmenti chiave come specialità, prodotti di consumo e polimeri.

Precision Fluid Controls mette a disposizione delle aziende che operano nel settore chimico farmaceutico una vasta gamma di prodotti. Visita il sito www.precisionfluid.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here