Una delle tendenze che abbiamo riscontrato nel mercato delle bevande è il dosaggio a lotti rapido degli additivi. Il dosaggio degli additivi è una tipica applicazione in cui possono essere utilizzati i misuratori di portata.

L’andamento della produzione in piccola serie

Tradizionalmente, molte industrie producono grandi lotti di un unico prodotto (produzione di massa) e l’industria delle bevande non fa eccezione. Tuttavia, a causa dello sviluppo di gamme di prodotti più ampie e della diversificazione che molte aziende devono affrontare, questo tradizionale metodo di produzione manca della flessibilità e dell’efficienza che oggi è spesso richiesta. Le aziende ottimizzano i loro processi, per essere più resilienti e più reattive ai rischi. Oggigiorno, la tendenza è quella di produrre lotti in base alla domanda effettiva.

Vi è la richiesta di essere più flessibili ed economicamente efficienti sotto molti punti di vista. Nell’industria delle bevande ciò comporta un più facile passaggio da un prodotto aromatizzato a un altro con una pulizia minima. Per mantenere il sistema di dosaggio degli additivi separato dal flusso principale del prodotto (come l’acqua), la maggior parte dei componenti della linea di riempimento sarà mantenuta non contaminata dagli additivi. In questo modo si risparmia tempo, liquido di pulizia e quindi costi, quando si cambia prodotto.

La necessità del dosaggio a lotti rapido

La maggior parte dei tipi di linee di riempimento offre un’elevata produttività. Ciò richiede un sistema di dosaggio degli additivi che consenta un dosaggio a lotti rapido con elevate ripetibilità e precisione. Per il dosaggio a lotti rapido è importante la giusta quantità di additivo nel tempo di dosaggio predefinito. Questa quantità di solito è molto piccola e nell’industria delle bevande non è insolito avere un tempo di dosaggio da decimi di millisecondi fino a un secondo. Dosare accuratamente piccole quantità di additivi a tale velocità può essere difficile e richiede un eccellente controllo della portata.
Flussimetro volumetrico a ultrasuoni ES-FLOW

Soluzioni Bronkhorst per il dosaggio

Siamo in grado di offrire diverse soluzioni di portata per garantire la precisione e la riproducibilità richieste per il dosaggio a lotti rapido. Un modo è quello di combinare un flussimetro di massa a effetto Coriolis con una pompa o una valvola idonea.  Con questo sistema, i fluidi possono essere dosati in modo controllato nel processo produttivo.

Un’altra opzione è quella di usare invece un flussimetro volumetrico a ultrasuoni. Il design igienico dei nostri flussimetri volumetrici a ultrasuoni e la loro possibilità di pulizia sul posto (CIP) rendono questi flussimetri perfetti per l’industria delle bevande.

Il vantaggio del flussimetro a effetto Coriolis e del flussimetro volumetrico a ultrasuoni di Bronkhorst è che entrambi sono dotati di una funzione integrata di dosaggio a lotti. Questa tecnologia di dosaggio consente il dosaggio a lotti di piccole quantità di additivi liquidi con una tolleranza minima. Il firmware è dotato di una “funzione di apprendimento” per correggere automaticamente anche le più piccole tolleranze (ad es. durante l’avviamento dello strumento o il cambio dei lotti di fornitura). La configurazione è personalizzata per soddisfare tutte le esigenze di produzione; può essere facilmente integrato in processi e linee di produzione già esistenti. Inoltre, con questa funzionalità di dosaggio a lotti, non è più necessaria una regolazione rapida e complessa con PLC o SCADA.

Schema della tecnologia di dosaggio Bronkhorst con mini flussimetri di massa CORI-FLOW.

Quindi, che si scelga la tecnologia di portata a effetto Coriolis o a ultrasuoni, i nostri strumenti di misurazione della portata possono offrire la soluzione per una maggiore produttività, macchine flessibili, un cambio più rapido e meno sprechi di prodotto nell’industria delle bevande. Per saperne di più su come la tecnologia di portata a ultrasuoni si è dimostrata una soluzione per il dosaggio degli additivi nella produzione di caramelle, leggete la storia del mio collega Erwin Broekman su come la caramella ottiene il suo gusto, la sua consistenza e il suo aspetto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here