Cosa s’intende per misura della CO2 nelle operazioni di recupero avanzato del petrolio? Ecco un esempio pratico di come affrontare questa delicata fase nelle operazioni di recupero avanzato del petrolio.

San Marcos, CA
Le tradizionali tecnologie di produzione di perforazione non riescono in genere a recuperare tutto il petrolio in un campo di produzione. Diverse fonti del settore hanno dichiarato che le tecnologie EOR, come l’iniezione di CO2, possono fornire fino al 25% in più di volume di produzione. Secondo il Dipartimento dell’Energia (DOE) degli Stati Uniti, la CO2 è particolarmente utile come gas nelle operazioni EOR perché è miscibile, ovvero è in grado di mescolarsi con il petrolio nel sottosuolo in un fluido, che può poi essere lasciato “galleggiare” in superficie con l’acqua.

La misurazione accurata del flusso e della pressione del gas CO2 è fondamentale per il successo del processo EOR. Inoltre, una misurazione accurata della portata è importante per un’efficiente separazione dei componenti di petrolio, gas naturale, gas CO2 e acqua. I componenti separati del gas CO2 e dell’acqua vengono poi riutilizzati per recuperare più petrolio. Misurare accuratamente la portata e la pressione del gas CO2 non solo è fondamentale per il processo di estrazione, ma aiuta anche a ridurre i costi.

Gli ingegneri petroliferi responsabili delle operazioni di recupero avanzato del petrolio (EOR) troveranno che il misuratore massico termico della serie ST100 di Fluid Components International (FCI) fornisce misurazioni di precisione della portata massica del gas CO2 in uno strumento per la misurazione della portata massica del gas CO2 altamente affidabile e completamente approvato dall’agenzia HazEx.

Supporta l’iniezione di gas nella testa di pozzo, la separazione dei fluidi e la ri-pressurizzazione della CO2.

Il flussimetro della serie ST100 può essere tarato per misurare il gas CO2 e decine di altri gas speciali, così come i gas misti sporchi o umidi comuni nelle applicazioni EOR di separazione e di ri-pressurizzazione. Dotato di una sofisticata tecnologia di dispersione termica e di un sensore di flusso dell’aria/gas con misurazione della pressione opzionale, il misuratore ST100 combina misure ripetibili con un’elettronica ricca di funzioni e funzionalità. Fornisce una misurazione diretta della portata massica del gas e non richiede sensori o dispositivi di calcolo della portata aggiuntivi. Il design delle parti non in movimento dello strumento elimina virtualmente anche l’usura, la rottura e la manutenzione.

Il flussimetro a inserimento di base ST100 misura la portata dell’aria/gas da 0,25 a 1000 SFPS (da 0,07 NMPS a 305 NMPS) con una precisione di lettura dello ±0,75 percento, ±0,5 percento del fondo scala. È possibile specificare un’ampia gamma di campi di pressione da 0 a 1000 psig [da 0 a 70 bar (g)], a seconda del modello specifico selezionato per supportare le applicazioni più esigenti.


Nella scelta del misuratore ST100, gli utenti hanno diverse opzioni di comunicazione. Possono scegliere tra: Comunicazioni bus analogico 4-20 mA, frequenza/impulso o bus digitale certificato come HART, Foundation Fieldbus, PROFIBUS PA o Modbus RS485.

In caso di cambiamento delle esigenze di comunicazione di un settore di produzione o di un impianto, è possibile sostituire una nuova scheda sostituibile sul campo.

Sviluppato con un display LCD grafico retroilluminato, a variabili multiple, il flussimetro ST100 ridefinisce il significato di “informazioni di processo”. La sua sofisticata lettura visualizza continuamente tutte le misure di processo e lo stato degli allarmi per una facile visualizzazione in loco da parte dei tecnici, e consente di richiedere la diagnostica di funzionamento.

L’elettronica del misuratore ST100 include un data logger programmabile e selezionabile dall’utente. Le letture sono memorizzate in una scheda micro-SD interna rimovibile. La scheda micro-SD ha una capacità di 2 GB in grado di memorizzare circa 21 milioni di letture. La base dei tempi di registrazione è selezionabile dall’utente con una velocità massima di 1 lettura al secondo. La funzione di registrazione è selezionabile tramite il menu del pannello frontale o tramite la porta seriale e gli strumenti software di configurazione.

Il misuratore ST100, ricco di funzioni, utilizza una tecnologia di rilevamento della portata massica termica a potenza costante che misura la portata con un rapporto tra la portata massima e minima di 100:1 in un intervallo compreso tra 0,006 e 1850 SCFM [0,01 e 3140 NCMH]. Il trasmettitore/i componenti elettronici sono installati integralmente con il corpo del flusso o in remoto a una distanza di 305 m (1000 piedi).

L’involucro del trasmettitore è classificato NEMA4X/IP67 ed è disponibile in alluminio verniciato o acciaio inossidabile.

I misuratori ST100 sono approvati dalle agenzie per installazioni in ambienti pericolosi. I prodotti FCI vengono sottoposti a rigorosi collaudi da parte delle agenzie e l’omologazione viene concessa per l’intero strumento, non solo per il suo involucro. Le approvazioni disponibili per il flussimetro ST100 includono: FM, FMc, ATEX, lECEx, EAC/TRCU, CPA, NEPSI, InMetro e l’omologazione CE.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here