L’attuale situazione mondiale richiede rapidi tempi d’azione in modo da fornire ai pazienti colpiti da COVID-19 l’accesso ai respiratori artificiali in grado di fornire O2.

Assieme ai nostri colleghi di Barksdale siamo stati contattati da una società che era alla ricerca di pressostati elettronici da inserire nel loro nuovo e brevettato sistema di respirazione artificiale. Il nostro cliente era specializzato nella realizzazione di macchinari di gas cromatografia per l’analisi e la separazione di gas. Hanno così riconvertito e adattato la loro produzione alla realizzazione di macchinari in grado di produrre gas con la massima purezza ed efficienza.

Il pressostato elettronico BPS3000 verrà utilizzato all’interno del sistema di respirazione artificiale per misurare la pressione d’aria fornita al sistema. Grazie alla possibilità di ritrasmissione di un segnale analogico 4…20 mA verrà monitorata costantemente la pressione dell’impianto. Inoltre, grazie al display integrato e ruotabile di 180° gradi, sarà possibile, anche per i tecnici e gli utenti impegnati in campo monitorare costantemente questo dato.

Il range di pressione richiesto è compreso tra 0 e 100 mBar. Un primo batch di 50 pezzi è già stato spedito al cliente e ne seguiranno altri 500 nelle prossime settimane. La società realizzerà questi primi impianti per il mercato spagnolo, ma sta già estendendo la propria presenza e offerta al mercato europeo e globale.

Come Barksdale e Precision siamo contenti di aver fatto la nostra parte nella filiera per la realizzazione di questi respiratori.

Alcune caratteristiche generali del pressostato.

  • Display integrabile e ruotabile di 180°
  • Due contatti PNP e possibilità di ritrasmissione 4…20 mA o 0-10 V
  • Versione I/O-Link
  • Campi da 100 mBar fino a 600 Bar
  • Alta protezione contro le emissioni elettromagnetiche

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here