Migliorare le prestazioni della pompa dosatrice con i misuratori di portata: il ruolo del misuratore di portata massica Coriolis in un sistema di dosaggio modulare .

  

Una pompa dosatrice può essere utilizzata per spostare un volume di liquido in un determinato periodo di tempo. Gli utenti spesso credono che questo fornisca loro un preciso valore di pompaggio del volume. Tuttavia, ci sono alcuni svantaggi nell’usare solo pompe dosatrici senza un misuratore di portata. In questo blog, condividerò i dettagli con voi. 

 

Perché c’è bisogno di un misuratore di portata se si usa una pompa? 

Tradizionalmente, si ritiene che le pompe dosatrici siano accurate perché in teoria uno sfasamento noto della testa della pompa sposterà un volume noto in un tempo noto, dando come risultato una portata nota. In pratica, tuttavia, non si raggiungerà mai un alto livello di precisione. Deviazioni del 10-15% sono considerate normali. In casi specifici una pompa dosatrice può deviare anche più del 50%. Imprecisioni come questa sono causate dalle molte condizioni di processo mutevoli, come ad esempio: 

-Cambiamenti di temperatura 

-Variazione della pressione di ritorno 

-Intrappolamento di gas 

-Usura delle componenti 

Ognuno di questi fattori può essere la causa di un’imprecisione nel volume di spostamento previsto dal movimento della testa della pompa. Se si moltiplicano tutti questi fattori, si possono verificare errori di misurazione piuttosto grandi, che generano sia imprecisione che irripetibilità. 

Cosa potete fare per migliorare la precisione e la ripetibilità della vostra pompa dosatrice?

Opzione 1) Aggiungere un misuratore di portata tra la pompa dosatrice e il processo

Aggiungendo un misuratore di portata tra la pompa dosatrice e il processo, è possibile prendere informazioni dal misuratore di portata per regolare la velocità della pompa. Tradizionalmente, questo verrebbe gestito con un segnale di uscita analogico, 4….20 mA. Un’altra opzione è quella di trasferire il segnale dal misuratore di portata in un regolatore separato, che confronta il segnale di flusso reale con quello auspicato. Successivamente, il regolatore elettronico può quindi adeguare la velocità della pompa dosatrice per ottenere la dose o la portata desiderata. L’uso di questa soluzione mitiga i problemi nella situazione originale, ma introduce altri svantaggi:

  • Lentezza del circuito di controllo dovuta al filtraggio del segnale nel regolatore
  • Aumento della complessità con componenti extra
  • -Prezzo aggiuntivo del misuratore e del regolatore separato

Opzione 2) Misura diretta della portata con un misuratore di portata con controllo PID incorporato

Un’altra possibilità è l’utilizzo di un misuratore di portata diretto indipendente dal liquido con controllo PID incorporato, che può azionare una pompa per ottenere la dose o la portata desiderata.

 

Con questa soluzione non è necessario includere la pompa dosatrice nel sistema di controllo, basta fornire al misuratore di portata massica una richiesta di valore di riferimento ed esso azionerà la pompa per raggiungere la dose o la portata desiderata. Questa soluzione vi darà diversi vantaggi, quali: 

  • Controllo accurato e preciso della portata 
  • Il dosaggio della portata massica è indipendente dal liquido, dalla temperatura e dalla pressione, e dall’ usura, in contrasto con il dosaggio volumetrico quando si usa solo una pompa 
  • Erogazione accurata che mitiga i consueti problemi della pompa 
  • Funzionalità di allarme di basso flusso per prevenire il funzionamento a secco del sistema 
  • Manutenzione preventiva basata sulle prestazioni della pompa nel tempo 

Il controllo della pompa può offrire soluzioni di dosaggio accurate per prodotti chimici per uso domestico, come detergenti e prodotti per la pulizia. Per saperne di più sulla combinazione di misuratore di portata e pompa. 

 

Dove si possono applicare le pompe dosatrici con misuratore di portata? 

In tutte le situazioni in cui le prestazioni di una pompa dosatrice sono critiche, vi consiglio di aggiungere un misuratore di portata. Soprattutto nei processi in cui un liquido viene erogato in un contenitore, in una bottiglia o nel flusso principale di un processo. Offre molti vantaggi: precisione, ripetibilità, tracciabilità, certezza documentata, meno sprechi, analisi avanzata dei dati, nessuna ricalibrazione e risparmio sui costi della pompa. L’aggiunta di un misuratore di portata a una pompa dosatrice può essere rilevante in una configurazione di laboratorio chimico, in un impianto pilota alimentare o anche in uno skid casuale. 

 

Misuratore di portata per soluzioni di dosaggio con pompa 

 

Comunemente, i test di controllo della qualità sui liquidi vengono eseguiti in modo casuale su una piccola percentuale dei dosaggi, per garantire la conformità generale. Se utilizzate un misuratore di portata per controllare il dosaggio del vostro liquido, potete ottenere un controllo di qualità del vostro prodotto fino al 100% con un impatto antropico ridotto. Gli additivi o i prodotti chimici di prestazione sono di solito preziosi e hanno un impatto enorme sul risultato del processo. Il miglioramento significativo di questo processo porterà quindi a un risultato performante e a meno sprechi. Questo è un enorme vantaggio in molte applicazioni, in termini di tempo e di costi. 

Sei interessato a saperne di più su come i misuratori di portata possono aiutarti a ottimizzare le prestazioni della tua pompa? Controlla il nostro video webinar. 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here